Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO | ENGLISH VERSION
ASSOCIAZIONE | LE TESI | PUBBLICAZIONI | Strumenti | STORIA DIGITALE | NEWS | AREA SOCI | FORUM |

Elenco Pagine

Ricerca sul Sito

Ricerca


Ricerca Avanzata »

Area Soci

Area Clienti




Sei in: Home � Strumenti » Libri - Recensioni 2016 » Recensioni 2005-2008 » Nei campi di sale di Margherita di Savoia (FG)

Nei campi di sale di Margherita di Savoia (FG)

  Immagini della salina di Margherita di Savoia (FG)

Francesca Bellafronte  Nei campi di sale. Il lavoro nella Salina di Margherita di Savoia in una inedita collezione di immagini della prima metà del Novecento . Claudio Grenzi Editore, Foggia, 2007

Nasce da una felice intuizione dell’editore Claudio Grenzi (Foggia) il libro  Nei campi di sale. Il lavoro nella Salina di Margherita di Savoia in una inedita collezione di immagini della prima metà del Novecento. Il volume (pag. 120, euro 20.00) raccoglie un’efficace sequenza fotografica, selezionata e commentata da Francesca Bellafronte, attingendo alla documentazione dei Monopoli di Stato.

Campi, in dialetto salinaro, venivano chiamati i bacini per analogia con il lavoro agricolo e siepi gli argini tutt’intorno, a delimitazione perimetrale tra gli uni e gli altri. Anche il saliniere, come il contadino, preparava il raccolto con tutta una serie di interventi in autunno e  aspettava  per mesi che maturasse il frutto del suo lavoro, scrutando il cielo: al contrario del contadino, però, non perché attendesse la pioggia, ma in quanto la temeva.

Infine, quando in agosto il sale era “maturo”, lo raccoglieva dai campi.

L’artificio dell’ingrandimento fotografico applicato a persone, macchine e paesaggi, in esterni ed interni, ha riportato alla luce dettagli che sorprendono il lettore, documentando la fatica del lavoro in salina. Lavoro che, come spiega l’autrice, era condotto con strumenti e metodi antichissimi, più che millenari, e che la meccanizzazione d’inizio e di metà secolo ha repentinamente trasformato, rivoluzionando il paesaggio nell’arco di appena cinquant’anni.

Un lavoro massacrante e disumano che consumava il corpo, spaccava la schiena, spellava le mani, disidratava la pelle, accecava lo sguardo con il bagliore abbacinante del sale sotto la luce di agosto e che non risparmiò neppure donne e bambini per i primi decenni del secolo, fino a quando si protrasse il reclutamento di lavoratori, a cottimo o a giornata – sostituito gradualmente da assunzioni regolari, solo maschili -. Questi  volti di uomini, donne e bambini al lavoro, così differenti da quelli telegenici e sorridenti cui siamo abituati, sembrano finti, semplici comparse sul set cinematografico di un film neorealista. Persino gli scorci, fatti di case, strade, superfici salanti, oggi così profondamente trasformati nella struttura o scomparsi del tutto, sembrano raccontare di un’altra vita in un altro luogo.

Per la nitidezza delle immagini a piena pagina e per la ricchezza dei particolari, il volume (che può essere richiesto alla casa editrice, scrivendo a info@claudiogrenzi.it ben si presta all’impostazione di percorsi didattici di ricostruzione storica del quadro di civiltà di primo Novecento, attraverso le fonti visive. 

Il libro sarà presentato il 28 dicembre 2007 alle ore 18.00 presso la Torre delle Saline, Corso Vittorio Emanuele, 99, Margherita di Savoia (Fg)

18 dicembre 2007

 

Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere piccolo