Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO | ENGLISH VERSION
ASSOCIAZIONE | LE TESI | Pubblicazioni | STRUMENTI | STORIA DIGITALE | NEWS | AREA SOCI | FORUM |
Sei in: Home � Pubblicazioni » Progetto Clio » Le organizzazioni politiche e giuridiche

Le organizzazioni politiche e giuridiche

Le organizzazioni politiche e giuridiche
Antichità - Medio Evo - Età moderna

di Paolo Bernardi

Faenza, ed. Polaris
Pag. 128

Organizzazioni politico-giuridicheNell'esperienza quotidiana di ogni persona, anche in quella di un adolescente, non mancano i momenti in cui l'individuo ha occasione di entrare in rapporto con organizzazioni ed istituzioni dalla cui esistenza e dal cui buon funzionamento dipende la vita stessa della comunità.
Tra queste organizzazioni ed istituzioni ve ne sono alcune che hanno il compito di organizzare e distribuire il potere, di creare ed applicare le norme e le leggi: le organizzazioni politiche e giuridiche.
È proprio a partire dall'esperienza dei ragazzi nel loro presente che questo modulo si pone l'obiettivo di portarli ad elaborare una mappa concettuale che permetta loro di visualizzare i rapporti che, all'interno di uno Stato, intercorrono tra gli individui e le istituzioni attraverso le quali lo Stato stesso esercita l'insieme dei propri poteri, la sua sovranità.
Su questa base viene organizzato lo studio del passato: l'unità sintetizza, attraverso la schematizzazione degli esempi più significativi le istituzioni politiche e giuridiche tra Età Antica, Medioevo ed Età Moderna, mostrando come le comunità umane abbiano organizzato nel tempo la propria convivenza.
Per non limitarsi alla sintesi schematica, pur necessaria in un'unità che si propone di percorrere un tema così impegnativo in 10-15 ore scolastiche, l'unità presenta poi alcuni esempi particolarmente importanti (tre, per la precisione) che potranno essere svolti alternativamente, a scelta dell'insegnante o sulla base dell'interesse dei ragazzi, al fine di approfondire il "caso" proposto.
Si tratta, dunque, di un'unità doppiamente modulare: all'estemo, rispetto agli altri moduli che compongono il curricolo, ed all'intemo, per la sua possibilità di essere smontata e rimontata in base alle esigenze, ed in particolare al tempo didattico, della classe.

Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere piccolo